Escursioni

Escursioni
escursioni
Escursioni Valli Valdesi
Sentiero "Arturo Genre" Sentiero escursionistico, storico, toponomastico, naturalistico e antropico che tocca diverse località 'care ad Arturo Genre, (storico e linguista, autore del dizionario del dialetto occitano della Val Germanasca, nato e vissuto in Val Germanasca) nella zona tra Massello e Maniglia (Perrero).Il sentiero, ben segnalato è adatto a qualsiasi tipo di escursionista.

La Selva di Chambons
La selva è nata con il Comune di Chambons in tempi medioevali. Circa settecento anni orsono, il pendio che sovrasta Chambons era un bosco senza alcuna caratterizzazione particolare, ma data la pericolosità del luogo, ove era sorto il piccolo abitato, dovuta a possibilità di slavine, valanghe e frane, si cominciò a sistemare il bosco tagliando le piante deboli e rinfoltendo i larici, noti fin dall’antichità per la loro forza e resistenza. Si creò così una “serva”, (dal francese – reserver – cioè conservare, proteggere) un bosco impiantato o particolarmente rinfoltito dall’intervento umano a difesa di un abitato. La serva venne chiamata anche “bandita” di Chambons”.Un centinaio di documenti storici, testimoniano l’incredibile rilevanza di questo lariceto: un ordinamento del 1515 recitava: “nessuno osi tagliare, scortecciare, danneggiare o asportare alberi tanto verdi quanto secchi nella salvaguardia di Boc Reinaud”.

Sentiero "La Ruota e L'Acqua"
Il sentiero è intitolato a Guido Baret, appassionato studioso di storia locale, che per primo si è occupato dei mulini della Val Germanasca.Il percorso tocca ben 4 mulini nel territorio del Comune di Massello, che conserva una natura intatta ed incontaminata, dove probabili sono gli avvistamenti di animali selvatici.

Sentiero Verdeacqua
Il percorso storico-naturalistico VerdeAcqua ha inizio dal Parco Comunale Villa Widemann e si snoda successivamente lungo la destra orografica dell’asta del Chisone e terreni limitrofi. Lungo il percorso sono presenti alcuni pannelli illustrativi ed un’area di sosta. Molte sono le tematiche di osservazione presenti in quest’area: dalla flora alla fauna, dalla geografia alla geologia, dall’agricoltura agli insediamenti antropologici.

Comune Pragelato
Il sentiero balcone collega le borgate del versante sinistro orografico dell'Alta Val Chisone, da Chezal, nel comune di Pragelato, a Gran Faetto, nel Comune di Roure. Il sentiero è caratterizzato dalla presenza di alpeggi dove viene prodotto, nei mesi di giungo e luglio, l'antico formaggio "Plaisentif" il formaggio delle viole, con stagionatura di almeno 80 giorni, che viene marchiato e commercializzato a partire dalla terza domenica di settembre in occasione della festa di Poggio Oddone a Perosa Argentina. Il "Plaisentif" viene prodotto nei seguenti alpeggi della Val Chisone lungo il percorso: Grand Puy, Balboutet, Pian dell'Alpe, Selleries.

Teritorrio di Prali Il itinerario si snoda tra la località Miniera Paola ed il capoluogo di Prali Ghigo per una lunghezza totale di circa 6 km, percorrendo in gran parte la vecchia strada dell’Inverso, da qui la denominazione “vecchia strada di Prali”, che, negli anni passati, veniva utilizzata dalla popolazione locale come collegamento con il fondovalle, prima della costruzione della strada attuale. Questo antico percorso un tempo proseguiva da Prali Ghigo fino a raggiungere il colle d’Abries e serviva a coloro che si spingevano in Francia per l’acquisto di sale e tabacco o per emigrare, diventando così il principale collegamento con la zona francese del Queyras.


Torre Pellice
Torre Pellice è un comune di 4.573 abitanti della provincia di Torino, nella Val Pellice.
Importante comune alla confluenza dei torreni Pellice e Angrogna, la sua antica denominazione era Torre di Luserna in riferimanto all'esistenza di un castello fortificato appartenente ai signori di Luserna, signori della valle fin dal XIII secolo. Considerata la capitale spirituale del movimento valdese riformato ha visto nei secoli dure guerre di religione, ma è stato altresì culla e crocevia di grandi culture.

Valle Germanasca La Valle Germanasca arriva fino a quota 1500 metri nella conca di Prali e si dirama, lungo il suo percorso, nei valloni laterali.
La valle ebbe un avvicendarsi di occupazioni e dominazioni, patteggiamenti, cessioni, liti che spostavano di continuazione i limiti delle varie influenze.
L'imbocco della valle era protetto dal forte "Luigi", una delle piazzeforti di casa Savoia. Tradizionalmente la Val Germanasca fa parte delle Valli Valdesi, dove la maggioranza assoluta della popolazione segue appunto il culto Valdese, che si riallaccia a Pietro Valdo, perseguitato come eretico nel Medio Evo e che alternarono periodi di tolleranza a periodi di ripresa delle persecuzioni.
Oggi la valle ha acquistato una grande vocazione turistica ed è ogni anno invasa da migliaia di turisti.

Prarostino
Prarostinoè un comune di 1.223 abitanti della provincia di Torino.
Si trova nella fascia pedemontana non lontano da Pinerolo; fa parte della Comunità Montana Pinerolese Pedemontano.
Il Comune di Prarostino sorge, in splendida posizione collinare e montuosa, a pochi Km. da Pinerolo alla confluenza della val Chisone e della val Pellice. Per raggiungere Prarostino si consiglia il seguente percorso: da Torino, imboccare prima l'autostrada per Pinerolo e poi la circonvallazione di Pinerolo in direzione Sestiere, uscire dalla circonvallazione per San Secondo di Pinerolo; giunti al centro del paese, seguire le indicazioni per Prarostino.

Roma Hotel Venezia Hotel Firenze Hotel Milano Hotel

Roma

Caput Mundi, città eterna, questi sono solo alcuni degli aggettivi che si sprecano, per questa città fatta di storia. Soggiorno consigliato da 3 a 5 giorni

Venezia

La città lagunare è una delle mete turistiche d'elite più famose e particolari del mondo. Romantica e raffinata ospita strutture ricettive di altissimo livello

Firenze

Città dell'arte per eccellenza., il miglior modo per visitare Firenze è lasciarsi trasportare senza fretta dal fascino e dalla bellezza delle sue opere. Consigliati 2 week-end

Milano

Considerata da tutti la capitale d'Italia per l'economia e gli affari, riserva altresì molti lati nascosti per il turista attento. Oltre 400 hotel.
escursionivallivaldesi.it - Copyright 2008